riflessioni

Era una mattina grigia e nebbiosa…

fog-2344121_640 (1)

Stamattina dovevo andare a fare un colloquio a 30 km di distanza da dove abito e un mio amico, dovendo andare nella stessa direzione, si è offerto di darmi un passaggio in macchina.

Quando siamo partiti il tempo non era dei migliori: aveva appena smesso di piovere ma il cielo era ancora grigio e scuro nonostante fossero già le 9 di mattina.

Stavamo viaggiando in superstrada parlando del più e del meno, io mi lamentavo dell’assenza di un lavoro e lui di quanto odiasse il suo lavoro, quando improvvisamente ci siamo ritrovati immersi nella nebbia.

Non avevo mai visto una nebbia così fitta. Non si vedeva assolutamente niente, a malapena si intravedevano i fari della macchina pochi metri davanti a noi.

Ho iniziato ad agitarmi.

Poi a un incrocio una macchina ci è quasi venuta addosso e a quel punto ho avuto davvero paura.

Ho pensato che sarei potuta morire proprio quella stessa mattina, mentre andavo ad un colloquio.

Mesi che mi lamento di non trovare lavoro e poi faccio un incidente mortale proprio mentre mi reco a un colloquio. In un certo senso, sarebbe stato anche abbastanza ironico (humor nero, ovviamente).

Improvvisamente mi sono resa conto di quanto siano stupide tutte le mie preoccupazioni degli ultimi tempi. In realtà, non solo quelle degli ultimi tempi, ma proprio tutte in generale.

La vita può finire in qualsiasi momento, in un solo istante, e io perdo ore e ore a preoccuparmi di cose che potrebbero non accadere mai.

Riuscirò a trovare un lavoro?

Cosa succederà quando la mia famiglia non sarà più qua ad aiutarmi?

La mia relazione durerà o rimarrò sola?

Il problema è che spesso mi dimentico di non essere immortale. Mi dimentico che il tempo su questa terra è limitato e prezioso.

Vorrei imparare davvero a concentrarmi solo e soltanto sul mio presente. Continuare a inseguire i miei sogni e i miei obiettivi, ma in modo più rilassato, senza troppe paranoie.

Dovrei tenere sempre ben a mente la frase di Julius Evola:

Vivi come se domani dovessi morire, ma pensa come se non dovessi morire mai

Comunque, immagino si sia già capito: sono sopravvissuta alla nebbia di stamattina.

Tra un po’ metterò di nuovo da parte la consapevolezza che la vita è breve e tornerò a farmi le mie solite stupide paranoie, ma per adesso, ancora per qualche momento, cerco di godermi il presente.

 

Annunci

9 pensieri riguardo “Era una mattina grigia e nebbiosa…”

      1. Non sono d’accordo. Per come la vedo io un rimedio c’è sempre, solo che a volte sono rimedi che non ci piacciono per niente oppure siamo talmente immersi nei nostri problemi da non riuscire a vedere vie di uscita. Un lavoro si può sempre trovare basta essere disposti a fare qualsiasi cosa in qualsiasi parte del mondo, e questo ovviamente non va certo bene a tutti (io compresa!).
        La morte la vedo come rimedio solo in caso di malattie invalidanti per cui non si può fare veramente più niente…ma per le altre cose una soluzione si può trovare.

        Mi piace

      2. Il lavoro a cosa serve?
        Per passare il tempo?
        Per coltivare un passatempo?
        No: serve principalmente per guadagnare soldi per vivere.
        Che una lavoro si possa trovare in ogni caso è falso, altrimenti non esisterebbero disoccupati; anche trovandolo, però, non è detto che consenta di guadagnare abbastanza per comprare da mangiare, pagare le bollette e salvaguardare la propria salute.
        Torniamo al punto di partenza: risolvere il problema del lavoro non è facile, e ancora di meno lo è se ne occorre uno dignitoso.

        Mi piace

      3. Non ho mai detto che risolvere il problema del lavoro sia facile, ho solo detto che una soluzione in qualche modo si può trovare. Non mi sembra un problema da risolvere con la morte, poi ovviamente ognuno della sua vita è liberissimo di fare quello che vuole. Anche io al momento sono disoccupata ma sto anche limitando la mia ricerca: cerco solo in Italia e solo lavori inerenti a quello che ho fatto e studiato finora, sono sicura che se cominciassi a cercare qualsiasi tipo di lavoro in qualsiasi parte del mondo qualcosa avrei già trovato.

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...