Quando odi il telefono ma stai cercando lavoro

office-620823_640

Parlare al telefono con gli sconosciuti è una delle cose che odio di più al mondo. Per me anche una semplice telefonata per prendere appuntamento dalla parrucchiera o per ordinare una pizza è una tragedia.

Credo di poterla ormai definire una vera e propria fobia. Per adesso non conosco altre persone che ne soffrono, ma sicuramente qualcun altro da qualche parte nel mondo ci sarà.

Di solito faccio di tutto per non dover fare una telefonata: scrivo un’e-mail, vado a parlare di persona, prego qualcuno di telefonare al posto mio (per un anno il mio coinquilino ha chiamato al posto mio per ordinare la pizza).

Quando si tratta di rispondere al telefono, invece, è molto più semplice: se a chiamarmi è un numero salvato tra i miei contatti rispondo, se invece si tratta di un numero strano lo lascio squillare e poi vado a cercare su Google. Nel 99,9% dei casi si tratta di call-center, nei casi restanti aspetto che richiami e poi prendo coraggio e rispondo.

Adesso che sto mettendo nero su bianco questa mia fobia mi rendo conto ancora di più di quanto sia ridicola. Ha ragione mia mamma quando mi dice che sono “una persona assurda” XD

In ogni caso, questo mio “metodo” ha funzionato abbastanza bene per anni. Diciamo che a volte mi eviterei dei giri inutili in uffici vari o di attendere settimane per avere una risposta alle mie e-mail, ma almeno non mi sono mai persa qualche chiamata fondamentale.

(Cioè, in realtà una volta ho ignorato per un mese intero le chiamate di un certo numero, convinta che si trattasse di un call-center, finché non mi hanno lasciato un messaggio in segreteria e ho scoperto che si trattava di un medico che continuava a chiamarmi per fissare l’appuntamento per qualche esame credendo che io fossi un’altra persona. Quindi, per colpa mia che non ho risposto, hanno continuato a chiamare il numero sbagliato per un mese…ehm….)

Comunque, negli ultimi mesi è sorto un grosso problema: sto cercando lavoro.

Che c’entra questo con il telefono?

Beh, si presuppone che quando finalmente un’azienda si deciderà a convocarmi per un colloquio dovrà prima chiamarmi al telefono.

Così, negli ultimi mesi ho cominciato a rispondere ad ogni singola telefonata.
Ogni volta rispondo con un filo d’apprensione nella voce e ogni volta si rivela essere un cavolo di call-center che vuole o convincermi che sto pagando troppo per la mia bolletta del gas o farmi rispondere a qualche sondaggio che richiede soltanto 2 minuti.

E quando finalmente (si spera!) qualche azienda mi chiamerà quel filo d’apprensione mentre rispondo si trasformerà in vera e propria ANSIA perché non potrò dire semplicemente “Non mi interessa, grazie!” ma dovrò sostenere QUALCHE MINUTO di conversazione con uno SCONOSCIUTO per un potenziale COLLOQUIO (altra ansia).

Che bello essere ansiosi e strani.

A volte mi chiedo come ci si senta ad essere una persona normale che si gode la vita e non si fa mille paranoie per ogni singola cosa.

2 pensieri su “Quando odi il telefono ma stai cercando lavoro

  1. Anch’io ho sempre avuto imbarazzo nell’uso del telefono (fin da piccolo, quando esisteva solo il telefono fisso, 1 per famiglia) e sono anch’io molto….ansioso/emotivo.
    Però la vita richiede certe attività, richiede spigliatezza. E quindi bisogna fare ciò che serve, anche se non siamo portati per farlo.

    Quindi per esempio quando devo incontrare delle persone nuove, mi riempio dei deodoranti/antitraspiranti più potenti al mondo, al limite metto anche degli assorbenti ascellari (li vendono anche nei grandi supermercati) ….e parto!
    Forza e coraggio.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...