Chiudere un capitolo

sunrise-1688094_960_720
Oggi sono andata in università per parlare con il mio relatore: l’ultimo ricevimento prima di dover consegnare la tesi in segreteria.

Mi sono seduta con gli altri laureandi fuori dal suo ufficio e mentre aspettavamo che il prof arrivasse ci siamo messi a parlare del futuro.

Ovviamente.

Ho come l’impressione che noi laureandi non facciamo altro che parlare del futuro e di quanto siamo in ansia perché non sappiamo cosa ci aspetta là fuori, nel mondo reale.

Le persone intorno a me non fanno altro che chiedermi “e dopo? cosa farai dopo?” e la mia risposta è sempre la stessa “non so, si vedrà”.

Ed è la verità. Non ho idea di cosa succederà fra qualche mese, non ho idea di dove e con chi sarò, non ho idea di quello che farò.

So che cosa mi piacerebbe fare. Il problema è che non dipende esclusivamente da me e quindi non posso essere sicura che accadrà davvero.

Mi piacerebbe rimanere nella città in cui sono adesso e trovare un lavoro inerente a ciò che ho studiato e che mi interessa. Mi piacerebbe avere abbastanza soldi da riuscire a prendermi un monolocale e non dover più condividere l’appartamento con altre persone. Vivere con dei coinquilini è bello (a volte), ma direi che la mia esperienza ormai l’ho fatta…

Mi piacerebbe anche avere una vita sentimentale più stabile, ma anche quello non dipende certo da me.

E oltre a questo senso di incertezza e di paura, c’è anche qualcos’altro. Malinconia.

La maggior parte delle persone con cui ho condiviso tanti bei momenti in questi anni se ne sta per andare. Una volta laureati, qualcuno tornerà nella sua città natale e qualcun altro si trasferirà da qualche altra parte a cercare lavoro.

Sapere che non li rivedrò più, o comunque che non li rivedrò più tanto spesso, mi deprime molto.

Dovrei essere abituata a vedere le persone che se ne vanno. Dopo tutto, quando fai amicizia con studenti fuorisede dovresti saperlo che la maggior parte di loro se ne andrà una volta laureato. Eppure non mi sono ancora abituata.

Tornando a casa, oggi, ero felice e malinconica allo stesso tempo.

Felice perché tra poco finirò l’università, malinconica perché finire l’università significa chiudere definitivamente un capitolo della mia vita e questo mi costringe a riflettere sul fatto che nella vita nulla può durare per sempre.

E io, invece, vorrei che potesse durare tutto per sempre.

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...